Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function '_wp_footnotes_kses_init' not found or invalid function name in /home/clients/c1222a28bbc816bc3b878c988d62de36/sites/massimilianobenincasa.it/wp-includes/class-wp-hook.php on line 308

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function '_wp_footnotes_kses_init' not found or invalid function name in /home/clients/c1222a28bbc816bc3b878c988d62de36/sites/massimilianobenincasa.it/wp-includes/class-wp-hook.php on line 308
I Beatles di nuovo “insieme” per il nuovo album, grazie all’Intelligenza Artificiale - Massimiliano Benincasa

I Beatles di nuovo “insieme” per il nuovo album, grazie all’Intelligenza Artificiale

I Beatles di nuovo “insieme” per il nuovo album, grazie all’Intelligenza Artificiale

Probabilmente non esiste nella storia un gruppo più iconico dei Beatles. Sarà per questo che sono la band di cui vengono eseguite più cover in assoluto (finora sono state oltre 102mila!) e su Spotify contano 31,5 milioni di ascolatori al mese, nonostante sia ben noto che i fantastici quattro non rilasciano pezzi nuovi da decenni né ci si aspetta che potranno farlo prossimamente. O almeno così si credeva fino a poco fa, quando Paul McCartney ha annunciato che entro la fine del 2023 uscirà l’ultimo album dei Beatles. E non saranno necessari nuovi membri della band, ma verrà usata proprio la voce di  John Lennon. Come? Il tutto avverrà grazie all’Intelligenza Artificiale, che sta “recuperando” timbro e tonalità dello storico cantante della band a partire da una vecchia demo e singoli inediti. 

 

Ad oltre 50 anni dallo scioglimento del gruppo, i milioni di fan sparsi per il mondo potranno ascoltare il nuovo disco del gruppo più celebre al mondo. 

 «Abbiamo finito da poco il lavoro ed entro la fine dell’anno potrete ascoltare il risultato in un nuovo album» ha dichiarato McCartney. 

 

Il prodotto finale è ancora sconosciuto, ma pare che il famoso bassista sia soddisfatto del lavoro svolto dall’Intelligenza Artificiale, che è riuscita a ripulire il suono della voce di Lennon e ad isolarlo. «Tutto questo è emozionante, perché è il futuro – ha dichiarato Paul McCartney – ma allo stesso modo è spaventoso ed è una cosa che mi fa molto riflettere. Chissà dove ci porterà».  



No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.